Foto di José Ignacio García Zajaczkowski su Unsplash
Trema
in volo la falena.
È l’esito del tempo,
ma l’ansito dura poco.
Non vado avanti, mi umilia
lo strappo, la ripetizione
patologica del mio cinismo.
Per amore tuo, non smetto
di parlare. Poi dico, parla tu.
C’è qualcosa, viso nel tuo viso
che ricorda la falena
lontana dai tremori,
ma non passo, non passo
la collina sonnambulo
mentre lavoro per voi.

Autore

Veronica Pesce

Veronica Pesce è nata il 22/05/1995 ad Acerra e vive in provincia di Napoli. Laureata in Filologia Moderna presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II”. Ha partecipato al laboratorio di poesia “CALLIOPE, scrivere e leggere in versi” con ITACA-Colonia creativa. È tra le autrici e autori della raccolta poetica “Profili di-versi”, pubblicata a febbraio 2024.